Il diabete può essere curato con CBD?

Il diabete può essere curato con CBD?

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dall’aumento della concentrazione di glucosio nel sangue.
Il diabete è un insieme di disturbi metabolici derivanti dall’incapacità dell’organismo di regolare la quantità di zuccheri nel sangue, in modo particolare il glucosio. I livelli di glucosio sono regolati da alcuni ormoni, come l’insulina prodotta nel pancreas. A lungo termine, il diabete può causare diverse complicazioni, come malattie cardiovascolari, ictus, danni ai reni e agli occhi. Attualmente la medicina distingue tre forme di diabete mellito:

  • diabete di tipo 1
  • diabete di tipo 2
  • diabete gestazionale

 

La prevenzione

Allo stato attuale non ci sono metodi per prevenire l’insorgenza del diabete di tipo 1, al contrario è possibile prevenire il diabete di tipo 2, più diffuso e che si sviluppa tendenzialmente in età adulta.
La prevenzione è da considerarsi il metodo più efficace per scongiurare l’insorgere di questa forma di diabete, molto più efficace di qualsiasi farmaco.

Come curare il diabete?

I ricercatori stanno lavorando sui cannabinoidi con il fine di trovare nuove cure contro il diabete e i suoi sintomi. In questo contesto clinico, un ambiente omeostatico stabile all’interno del corpo del paziente è essenziale per poter procedere con trattamenti a base di marijuana. Per quanto non esista ancora una cura contro il diabete, alcuni sintomi possono essere mitigati con fiori ed estratti di Cannabis.

 

Sempre più ricercatori stanno confermando ciò che la Cannabis ha effetti benefici contro il diabete. Da una parte l’azione antinfiammatoria di THC e CBD può ridurre le infiammazioni arteriose; dall’altra, invece, i loro effetti neuroprotettivi possono ridurre le infiammazioni dei nervi e i dolori. Inoltre, i cannabinoidi possono anche agire come vasodilatatori, migliorando la circolazione sanguigna ed esercitando un’azione antispasmodica su crampi muscolari e disturbi gastrointestinali.

CBD ha un effetto favorevole. Agisce alle parti del corpo che sono affettate dal diabete. Il CBD;

  • Regola appetito. Tante persone che soffrono di diabete sono senza appetito.
  • Alza la potenza d’insulina.
  • Rafforza la sensibilità all’insulina.
  • Inverte la intolerenza al glucosio
  • Alza i livelli di insulina nel corpo
  • Ricostruisce le celulle del fegato
  • Abbassa la pressione.

 

CBD diminuisce i sintomi collegati con diabete;

  • La fatica
  • Dolore ai piedi
  • Dolore nervoso
  • Neuropatia diabetica
  • Problemi d’appetito
  • Nausea e vomito
  • Ansia
  • Depressione
  • Disturbi alimentari

 

 

Uno studio, intitolato “Marijuana nella Gestione del Diabete” e pubblicato nel 2013 sulla rivista American Journal of Medicine, sostiene che i consumatori di Cannabis tendono a mostrare livelli più bassi di insulina a digiuno, ma anche di glicemia e di resistenza all’insulina. Secondo questo studio, i consumatori di Cannabis hanno meno probabilità di diventare obesi e, a livello corporeo, mostrano un indice di massa inferiore.

Nelle case di molte persone malate affiorano sempre più testimonianze sulle proprietà benefiche della Cannabis nei trattamenti contro disturbi oculari, dolore cronico, disturbi del sonno e altre disfunzioni associate al diabete. Le terapie per trattare il diabete vengono definite a seconda delle condizioni di salute del paziente.

Resina di canapa con 16% di CBD

VAI NEL NEGOZIO

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *