During Summer, a refreshment point will be open and many different events will be organised, offering for example to visitors the opportunity of admiring sunrises and sunsets over the main Dolomites tops, which dominate the Ampezzo Valley, from a privileged position. Per la discesa dalla Tofana di Mezzo normalmente si utilizza la funivia “Freccia del Cielo” (raggiungibile in circa 15 minuti dalla cima su facile e comodo sentiero) che con 2 tronconi porta al Col Drusciè, da dove con 15/20 minuti di cammino si rientra al parcheggio di Pietofana. Difficile – D = tracciato continuamente verticale, molto articolato e con tratti esposti; attrezzato con funi metalliche e/o catene, vari infissi metallici che richiedono un certo impegno fisico anche se con l’aiuto di pioli di appoggio. Il sentiero, dopo un breve tratto pianeggiante, inizia a salire a serpentine fin sotto l’imponente parete Sud della Rozes. 11:30am-1:30pm Tofana di Mezzo - Tofana di Dentro 3. Il giro per eccellenza da fare nel gruppo del Lagorai è raggiungere il rifugio Ottone Brentari a cima D’Asta situato ai piedi dell’omonima cima, vetta che con i suoi 2847 metri è la più alta di tutto il gruppo. Corrisponde generalmente a un itinerario di traversata nella montagna medio alta e può presentare dei tratti attrezzati. Sentiero Turistico Consiglio di scendere al Giussani dalla cima per la vecchia via normale se il percorso non è bagnato (c'è una cengia detritica insidiosa). Da qui, in circa 15-20 minuti, si raggiunge comodamente il Rifugio Ra Valles e l’omonima stazione della funivia. L’incontro con i camosci é quasi una certezza, le pale erbose che sovrastano il Rigfugio Duca d’Aosta offrono a questi agili animali cibo e calore. Dolomiti, altre linee di sci ripido e sci estremo, Arcadia, la nuova falesia a Leonidio in Grecia, Nuove vie di misto sulla Gran Sometta di François Cazzanelli & Co, Video: Luca Rinaldi su Power of Now 8C a Magic Wood, Phoenix sul Monte Popera nelle Dolomiti di Simon Gietl e Andrea Oberbacher, Wolkenreise - Florian Thamer Gedächtnisweg, James Pearson su Harder, Faster a Black Rocks. Tofana di Mezzo: percorso alpinistico di media difficoltà. Panorama dalla cima verso il vicino Monte Casale dove è visibile la via di salita Panorama dalla cima verso la Tofana di Rozes. Cima Tofana: la terza cima più alta delle Dolomiti. Passando vicino al Bus de Tofana si raggiunge la Ferrata Tofana di Mezzo / Tofana de Meso che raggiunge la cima a 3244 metri, il punto più alto del nostro giro. 2° Dal Bus de Tofana si segue il sentiero in direzione della stazione della funivia fino ad incontrare la deviazione per sentiero G. Olivieri. Informarsi bene sulle date di apertura della funivia “Freccia nel cielo” e delle seggiovie di Tofana. 🔸Alla verticale parete Sud di questo enorme e straordinario monolite, si oppone infatti un versante con pendii più moderati sui quali si snoda il sentiero della via normale alla cima della Tofana. Da qui affrontiamo un altro ghiaione,  per fortuna meno lungo del precedente e in breve arriviamo alla forcella tra la Tofana di Mezzo e la Tofana di Dentro o Terza, ora un cordino ci guida, in sicurezza, lungo le rocce dalle forme incredibili e sugli strapiombi da cui ammirare il laghetto sotto di noi, sempre più lontano, fino a pochi metri dalla vetta. ( Chiudi sessione /  – (E.E.A) Itinerario che conduce l’alpinista su pareti rocciose o su creste e cenge, preventivamente attrezzate con funi e/o scale senza le quali il procedere costituirebbe una vera e propria arrampicata. Lungo il sentiero n. 407 a Piè Tofana. Pranzetto ristoratore. è classificato E – itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche). Alla verticale parete Sud di questo enorme e straordinario monolite, si oppone infatti un versante con pendii più moderati sui quali si snoda il sentiero della via normale alla cima della Tofana. Poco prima di raggiungere la vetta incontriamo un bivio con un segno sulla roccia che ci indica a destra l'attacco della Ferrata del Formenton (10' dalla stazione a monte della funivia). sull'alta Val Travenanzes, che scende sull'Ampezzano, e sull'imponente parete ovest della Tofana di Rozes. Freccia nel Cielo (Col Druscié station - Ra Valles station - Cima Tofana station) - Tofana di Mezzo 2. Sentiero con infissi (funi corrimano e brevi scale) che però non snaturano la continuità del percorso EE – itinerario per Escursionisti Esperti. Il panorama che si gode dalla vetta della Tofana di Rozes è indescrivibile e senza eguali. Das Rifugio Cima Tofana liegt auf 3191 m am höchsten Gipfel der Tofane-Berggruppe in den Ampezzaner Dolomiten und ist gleichzeitig Bergstation der Bergbahn auf den Gipfel der Tofana di Mezzo (3244 m). L’escursione è abbastanza impegnativa, in soli 6 km di andata si ha un guadagno di quota di ben 1000 mt e specie l’ultimo tratto di sentiero è molto ripido. Purtroppo, specialmente le seggiovie, aprono solitamente non prima della prima settimana di luglio. Saliamo verso l’ex rifugio Cantore per un’ ora abbondante  e in vista del rifugio Giussani (che non raggiungiamo) svoltiamo a destra su per un verticale, tostissimo ghiaione, dove arranchiamo con enorme fatica (anche questa volta le mie condizioni fisiche non sono buone: sto male e mi gira la testa, ho lo stomaco sotto sopra, forse il viaggio…). Verifica dell'e-mail non riuscita. Proseguendo per il sentiero CAI 401-402 in leggera discesa si raggiunge la Forcella Col dei Bos (2.331m). Tempo*: in giornata 10 ore Al Rifugio Ra Valles attraverso il Bus de Tofana: media difficoltà, per sentiero segnato ma senza numero. Come in altri casi, vedi ad esempio il “Sentiero ferrato Ivano Dibona”, il termine “sentiero” vuole appunto evidenziare il fatto che il percorso si svolge prevalentemente su cenge e terrazzi rocciosi, con saltuari sbalzi verticali. DOMENICA 28 LUGLIO ITINERARIO A: dal Rif. 10-08-2011( Riprese effettuate con Videocamera Samsung HMX-H100P/EDS ) Siamo partiti dal Rifugio Dibona passando per il Rifugio Pomedes e arrivare all'attacc... Approfondisci . È base di partenza e snodo per i sentieri del massiccio e per le ferrate della Tofana di Rozes, e aperto solo in estate; Partendo dallo storico Rifugio Dibona, risaliremo l’ampia carrareccia che porta alla sella ove sorge il Rifugio Giussani. Seguiamo il bellissimo sentiero 403 fino a individuare una traccia verso destra poco prima del Giussani che sale a mezzacosta in direzione di Punta Anna. Facile – F = tracciato molto protetto, ben segnato, poco esposto e dove le strutture metalliche si limitano al solo cavo e/o catena fissati unicamente per migliorare la sicurezza, ma che potrebbero essere evitati (o non usati) se percorsi da alpinisti esperti. Sal e Paola e Gino da Vià Quasi in cima alla Tofana si può trovare anche ghiaccio, quindi per prima cosa sarebbe bene avere l’attrezzatura adeguata (scarponi e ramponi) ed il saperla usare. Poco prima della teleferica, che lasciamo alla nostra destra, si abbandona la stradina per imboccare il sentiero 442, seguendo le indicazioni per la Grotta di Tofana e via ferrata Lipella. Nel dettaglio, segnavia sentiero CAI 666 (Alta via delle Dolomiti n°2) – bivio traccia di sentiero non segnato… L’indomani vogliamo salire la Cima della Tofana di Mezzo, la partenza sarà alle 5. Cima Pisciadù, dati riassuntivi dell’escursione: Punto di partenza: Parcheggio in prossimità dell'11° tornate del Passo Gardena salendo da Colfosco (1956 m) Punto di arrivo: Uguale al punto di partenza. Itinerario: come da relazione con rientro dal Sentiero Attrezzato Olivieri senza raggiungere la Tofana di Mezzo. Fino a qui circa 30 minuti. Dopo le foto di rito noi scendiamo al rifugio sottostante dove ammiriamo il panorama dal terrazzo e ci scoliamo tre birre (una a testa) prima di prendere la funivia e scendere a Ra Valles, per poi risalire per un bel pezzetto fino all’imbocco del sentiero attrezzato Olivieri, nulla di difficile tranne alcune scale, percorrerlo e arrivare al Rifugio Pomedes con un’altra terrazza panoramica sulle Dolomiti e l’Ampezzano. Lungo il percorso che collega Pié Tofana al Col Drusciè, sono stati collocati 12 tabelloni 70×100 cm, con foto dei vari pianeti e del Sole, tutti sistemati ad una distanza che, in scala 1/10 miliardi, rispecchia la loro reale dimensione e posizione nel cielo. Questa piacevole e breve “passeggiata in croda” è il percorso ideale per chi ancora non ha provato a salire una via ferrata ed intende apprendere la giusta tecnica di progressione su un terreno non difficile. Ore 3.00 circa. Die Hütte. Segnavia: Traccia poi  CAI Grazie Gino per averci fatto scoprire questo stupendo itinerario che non dimenticheremo per la sua bellezza e semplicità proprio come l’amicizia nata da poco e la passione che ci accomuna e anche se noi siamo un po’ più  lenti amiamo le Cime e gli itinerari fuori dalle rotte commerciali… insomma spiriti liberi!! Usualmente attrezzato con apposita tabellatura e punti predisposti per l’osservazione è comunemente adatto anche all’escursionista inesperto e si sviluppa in aree limitate e ben funzionali, molti all’interno di parchi o riserve (generalmente è breve e privo di difficoltà tecniche T oppure E) Il sentiero incide i ghiaioni sottostanti i torrioni di Pomedes e sale dolcemente in direzione nord, nord-est, fin sotto le rocce, dove ha inizio il Sentiero ferrato Olivieri. Evviva gli spiriti liberi. Amen. Premessa: raggiungiamo in camper Tai di Cadore e la frazione di Nebbiù alle ore 23 del 3 agosto 2018 a casa dell’amico Gino da Vià e passiamo qui la notte. Partecipanti: Gino, Paola, Salvatore 3 ore - 200 m di dislivello in discesa Tempo in discesa: ca. Poco prima della teleferica, che lasciamo alla nostra destra, si abbandona la stradina per imboccare il sentiero 442, seguendo le indicazioni per la Grotta di Tofana e via ferrata Lipella. Consigliata in Estate Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. proseguiamo in discesa tenendo la destra raggiungendo il Rifugio Cima Tofana ... Concatenato la Olivieri a Punta Anna, la Aglio alla Tofana di Mezzo e rientro per Sentiero Attrezzato Olivieri al Pomedes quindi al Dibona. Cima Tofana is also the perfect starting point and arrival for different hikes, via ferratas and climbing ways. Tofana di Rozes: percorso alpinistico di media difficoltà. Dal rifugio Giussani partono moltissimi altri sentieri, diverse ferrate e anche la via normale per raggiungere la cima della Tofana di Rozes. Cima della Tofana di Rozes (3225m): media difficoltà. Se state percorrendo il Sentiero Olivieri difficilmente non li incontrerete. sentieri dolomitici per la val travenazes e la tofana di rozes, escursione dal passo falzarego al rifugio giussani.