Il primo ministro britannico Clement Attlee considerò di prendere con la forza la raffineria di Abadan, ma alla fine si limitò a stabilire un embargo da parte della marina inglese fermando tutte le petroliere che trasportavano petrolio iraniano considerandolo «proprietà rubata». [17], Mossadeq provò a negoziare con la Anglo-Iranian Oil Company, proponendo un accordo basato sul compromesso del 1948 tra il governo venezuelano di Rómulo Gallegos e la Creole Petroleum col quale i profitti sarebbero stati divisi al cinquanta percento tra Iran e Regno Unito, ma quest'ultimo, contro le raccomandazioni degli Stati Uniti, rigettò il compromesso ed iniziò a tramare per indebolire e rovesciare il governo iraniano. Cercò quindi di tenersi in equilibrio tra le varie potenze coloniali, specialmente impero britannico e Germania. Di conseguenza la questione della nazionalizzazione del petrolio divenne sempre più intrecciata al movimento pro-democrazia di Mossadeq. [1] Il referendum passò (con il 99,9% dei voti) e la dissoluzione del parlamento da parte di Mossadeq venne considerata un abuso dai suoi oppositori perché diede a se stesso un «potere totale». [13] Per contrastarlo nel 1951 i britannici chiesero agli Stati Uniti di Harry Truman di aiutarli a rovesciare Mossadeq. The CIA's Broken Promises on Declassification Follow the link above for information on the Archive's lawsuit against the CIA to force the declassification of key documents on the agency's role in the European elections of 1948 and the 1953 coup in Iran, and to read what five former CIA directors and others have said about the agency's declassification policies. Questo nonostante Kashani dalla metà del 1953 fosse contro Mossadeq e «disse ad un corrispondente straniero che Mossadeq era caduto perché aveva dimenticato che lo scià godeva di un vasto supporto popolare». Potete seguirci sui seguenti Social Media: Instagram: @parstodayitaliano. [9][38] Dopo la rivoluzione islamica la SAVAK ufficialmente venne abolita, ma in realtà “drasticamente espansa” in una nuova organizzazione, il VEVAK (Vezarat-e Ettela'at va Amniat-e Keshvar, Ministero delle informazioni e della sicurezza nazionale) che uccise 8–12.000 prigionieri tra il 1981 e il 1985, e 20–30.000 in totale; un prigioniero che scontò una pena sia sotto lo scià che sotto la repubblica islamica dichiarò che «quattro mesi sotto il direttore della prigione [della repubblica islamica] Asadollah Lajevardi valevano come quattro anni sotto la SAVAK.»[37][39][40], Un'altra conseguenza del golpe fu il marcato miglioramento dell'economia iraniana; l'embargo degli inglesi finì, e i ricavi petroliferi superarono significativamente i livelli pre-nazionalizzazione. Entro il 1973 lo scià aiutò a progettare una crisi petrolifera che risultò in un massiccio afflusso di ricavi petroliferi e una rapida espansione socioeconomica del paese. È una pagina brillante del “liberismo” occidentale, simile a quanto avviene oggi in Siria e dintorni, senza dimenticare gli eventi italiani del 1992-1994. Nel 1892 il diplomatico britannico George Curzon paragonò la Persia ed altri paesi della zona a «caselle di una scacchiera su cui si gioca il destino del mondo». Secondo le dichiarazioni di don Alessandro Minutella, Papa Benedetto XVI non si dimise di sua spontanea volontà, e non fu nemmeno a causa della sua condizione di salute. Il 31 luglio 1903 D'Arcy ritirò le sue proprietà finanziarie dalla Persia e le trasferì nella britannica Burmah Oil Company. Appena finì di parlare un giornalista si alzò e urlò: «Noi e tutto il popolo iraniano sosteniamo il premier Mossadeq e la nazionalizzazione del petrolio!» Tutti i presenti iniziarono ad esultare e marciarono fuori dalla stanza, abbandonando Harriman scioccato e sgomento. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha rilasciato una compilation ufficiale tanto attesa di documenti de-classificati attinenti al colpo di Stato del 1953 in Iran. [14] Lo scià, temendo un contraccolpo, fuggì prima in Iraq e poi in Italia su un aereo guidato da Mohammad Katham con la sua seconda moglie Soraya Esfandiary Bakhtiari e Abdoul Fath Atabay. [36], Il governo formò la SAVAK, una polizia segreta, in gran parte costituita da agenti addestrati negli USA. Redazione. [9], Negli anni settanta lo scià aumentò le tasse per le compagnie straniere dal 50 all'80% e le royalties dal 12.5 al 20%. Politico iraniano (Teheran 1882-Ahmadabad 1967). [48], In Iran il libro di Stephen Kinzer All the Shah's Men: An American Coup and the Roots of Middle East Terror ha subito la censura delle descrizioni delle attività di Kashani durante il colpo di stato. Secondo i documenti pubblicati dal National Security Archive e riassunti nel libro Mohammad Mosaddeq and the 1953 Coup in Iran, curato da Mark J. Gasiorowski e Malcolm Byrne, il golpe ha causato un danno alla reputazione degli Stati Uniti che è durato nel tempo: «The '28 Mordad' coup, as it is known by its Persian date [in the Solar Hijri calendar], was a watershed for Iran, for the Middle East and for the standing of the United States in the region. Dopo un colpo di stato militare, Mossadeq fu processato e rimase agli arresti domiciliari fino alla sua morte, 14 anni dopo. Reza Shah iniziò una rapida ed efficace modernizzazione della Persia, che era finita per diventare uno dei paesi più poveri del mondo, ma fu anche un sovrano duro e intollerante nei confronti dei dissidenti. Il 21 marzo 1935 Reza Shah cambiò il nome del paese da Persia a Iran e la Anglo-Persian Oil Company venne rinominata quindi in Anglo-Iranian Oil Company. VK: Redazione-Italiana Irib [33], Fu il Tudeh a subire la maggior repressione. (VIDEO) Il colpo di stato dell'Iran del 1953, l'MI6 e il ruolo confermato di una spia britannica. La costituzione, però, allora consentiva tale azione. Ma nel 1961 a seguito dell' insuccesso dello sbarco nella Baia dei Porci, Dulles venne silurato da Kennedy Ma una ricostruzione del colpo di stato da altre fonti, soprattutto dagli archivi del ministero degli affari esteri inglese, indica che il rapporto è stato diffusamente ammorbidito. Weiner argues that a bad C.I.A. 1901, maggio. [9][41], Uomini associati a Mossadeq e ai suoi ideali dominarono il primo governo post-rivoluzionario, lo stesso primo ministro, Mehdi Bazargan, era uno stretto collaboratore di Mossadeq, ma con il successivo scontro tra la classe dirigente conservatrice islamica e le forze liberali laiche Mossadeq e la sua eredità sono stati largamente ignorati. Lo scià scrisse nelle sue memorie che Mossadeq era un «dittatore» e che stava «danneggiando» l'Iran con la sua «testardaggine», mentre lui, lo scià, «sceglieva» le opzioni più intelligenti. Gli obiettivi degli Stati Uniti in Medio Oriente rimasero gli stessi dal 1947 al 1952, ma la strategia poi cambiò. [9][14] L'alleanza ufficiosa tra il Tudeh e Mossadeq portò gli iraniani a temere il comunismo, e sempre di più spesso erano i comunisti a prendere parte ai raduni pro-Mossadeq e ad attaccare i suoi oppositori. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 18 dic 2020 alle 15:12. Quando il primo colpo di stato fallì, ne avevano un altro pronto – … [12], Reza Shah tentò di attenuare il potere delle forze coloniali in Persia, e in gran parte ci riuscì, ma aveva anche bisogno di aiuto per modernizzare il paese. [10][11], All'indomani della prima guerra mondiale c'era una diffusa insoddisfazione nei confronti delle concessioni petrolifere date ai britannici con la Anglo-Persian Oil Company (APOC), con le quali la Persia riceveva il 16% dei “profitti netti”. L'embargo britannico dei porti iraniani significava che l'Iran era lasciato senza accesso ai mercati dove poteva vendere il suo petrolio. L'unico modo in cui potevano farlo era di vendere petrolio.», A peggiorare le cose il partito comunista iraniano del Tudeh, che sosteneva l'Unione Sovietica e aveva tentato di assassinare lo scià solo quattro anni prima, iniziò ad infiltrarsi nei militari[22] ed invitò le masse apparentemente a «supportare Mossadeq» con lo scopo di marginalizzare i suoi oppositori. Mentre il Regno Unito puntava a rafforzare il potere personale di Mohammad Reza Pahlavi per recuperare il controllo sui redditizi giacimenti petroliferi iraniani, gli Stati Uniti temevano che la crisi economica e politica dell'Iran potesse aprire la porta alla penetrazione sovietica in Medio Oriente in piena guerra di Corea. [9][14][15] Per la prima volta dopo secoli molti iraniani sentivano che il controllo degli affari interni stava passando nelle loro mani; si era inoltre diffusa la convinzione che la nazionalizzazione avrebbe portato ad un aumento del benessere economico. Il 16 giugno del 2000 il New York Times ha pubblicato un rapporto segreto della CIA intitolato Clandestine Service History, Overthrow of Premier Mossadeq of Iran, November 1952 – August 1953 che in parte spiega il colpo di stato dal punto di vista dell'agente Donald Wilber, che lo pensò e coordinò; nell'estate del 2001, Ervand Abrahamian ha scritto nella rivista Science & Society che la versione di Wilber mancava di informazioni chiave che erano disponibili altrove: «The New York Times recently leaked a CIA report on the 1953 American-British overthrow of Mosaddeq, Iran's Prime Minister. [43], Nella Repubblica Islamica la rievocazione del colpo di stato è abbastanza differente da quella che si trova sui libri scolastici occidentali, che seguono i precetti di Khomeini secondo cui il paese deve evitare «l'influenza delle potenze straniere». Essendo ormai in piena Guerra Fredda, avendo Mossadeq rifiutato ogni proposta di mediazione statunitense ed essendo Washington sempre più preoccupata che la crisi iraniana potesse spalancare la porta ai sovietici, la strategia britannica si rivelò vincente e nel 1953, con Eisenhower presidente, gli USA acconsentirono a fare un colpo di stato in comune con il Regno Unito. Gli iraniani erano scioccati dalla fuga dello scià, dall'arresto degli oppositori da parte di Mossadeq e temevano una possibile rivoluzione comunista; i nuovi golpisti capitalizzarono questi sentimenti, che vennero usati da Behbahani per scatenare contro Mossadeq una nuova ondata di proteste da parte dei religiosi.[9][12][14]. [1] A difesa dei giacimenti furono schierate truppe britanniche in territorio persiano. [9][10] La principale ragione dell'invasione fu quella di assicurarsi i giacimenti petroliferi iraniani e la ferrovia transiraniana, in modo da garantire rifornimenti all'Unione Sovietica. La convenzione sul petrolio sovietico-iraniano non venne mai onorata. Di conseguenza, quando lo scià era debole il governo era più democratico, mentre quando lo scià era forte, gli aspetti democratici del governo potevano finire in secondo piano. [9] Entro gli anni settanta l'Iran era più ricco dei paesi che lo circondavano, e gli economisti frequentemente prevedevano che sarebbe diventato una potenza economica globale e un paese sviluppato. We were all heroes.», «“Io devo il mio trono a Dio, al mio popolo, al mio esercito e a te!” Per “te” egli [lo scià] intendeva me e i due paesi – Gran Bretagna e Stati Uniti – che rappresentavo. Il popolo iraniano ricorda il 67° anniversario del colpo di stato del 1953, un chiaro intervento degli Stati Uniti che ha plasmato le relazioni Iran-Usa fino ad ora. The only way he could do that was to sell oil.», «Mentre Mossadeq affrontava una sfida politica, ne affrontava anche un'altra che molti iraniani consideravano decisamente più urgente. Le truppe che prendevano parte al tentativo di rovesciare il Governo erano armate di mitra e fucili. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione. Rapidamente organizzò un'assemblea costituente con il compito di modificare la costituzione per aumentare i propri poteri e fondò il senato iraniano, previsto dalla costituzione del 1906 ma mai convocato; lo scià aveva il diritto di nominare metà dei senatori ed egli scelse quelli che erano più allineati alle sue idee.[9]. Questo però irritò Churchill, il quale non voleva che gli Stati Uniti indebolissero la sua campagna per isolare Mossadeq: «La Gran Bretagna stava supportando gli americani in Corea, ricordò a Truman, e aveva il diritto di aspettarsi che americani e inglesi fossero uniti sull'Iran». Un resoconto di una delle principali spie dell'MI6 in Medio Oriente ha rivelato come la Gran Bretagna abbia cospirato con gli Stati Uniti per far cadere il primo ministro iraniano, Mohammad … The joint U.S.-British operation ended Iran's drive to assert sovereign control over its own resources and helped put an end to a vibrant chapter in the history of the country's nationalist and democratic movements. A partire dal momento dell‟approvazione, il colpo di Stato divenne essenzialmente una questione nordamericana, poiché il governo di Londra si occupò marginalmente della fase operativa. Il primo febbraio 1979, poco più di quarant’anni fa, il religioso sciita Ruhollah Khomeini arrivò all’aeroporto di Teheran, la capitale dell’Iran, dopo molti anni di esilio all’estero. It glosses over such sensitive issues as the crucial participation of the U.S. ambassador in the actual overthrow; the role of U.S. military advisers; the harnessing of local Nazis and Muslim terrorists; and the use of assassinations to destabilize the government. Il primo tentativo di golpe condotto da Gran Bretagna e Stati Uniti del 15 agosto 1953 – nell’ambito dell’Operazione Ajax – fallì miseramente: avvertito dell’imminente colpo di stato, Mossadeq fece arrestare decine di golpisti, ignorando gli ordini dello scià Mohammad Reza. Le conseguenze ambigue. [9][14], Lo scià, che inizialmente si oppose all'idea di un colpo di stato (e sostenne la nazionalizzazione del petrolio) cambiò idea dopo la decisione di Mossadeq di dissolvere il parlamento. [9][14] Mossadeq stava perdendo il sostegno della classe lavoratrice che lo aveva sempre supportato, diventando sempre più autocratico. Per raccontare quei giorni convulsi occorre fare prima un passo indietro. Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte. L’operazione contro Mossadeq deve essere interrotta». L'operazione angloamericana interruppe la spinta dell'Iran ad affermare la propria sovranità sulle proprie risorse e aiutò a porre fine ad un acceso capitolo della storia del movimento nazionalista e democratico del paese. Morì nel 1967. [3] Nel 1892 lo scià fu costretto a revocare il monopolio del tabacco concesso al maggiore inglese G.F. Talbot dopo violente proteste e un generalizzato boicottaggio del tabacco. Nel 1949 un membro del Partito Iraniano del Tudeh tentò di uccidere lo scià Mohammad Reza Pahlavi. Invece di rimanere intrappolati nel passato, ho detto chiaramente alla leadership iraniana e al popolo iraniano che il mio Paese è pronto ad andare avanti. Tutto ciò è ben noto. Il Regno Unito, che rappresentava l'AIOC, perse il caso. Iran: sul colpo di Stato del 1953, Mosaddeq e l’Ayatullah Kashani Il 19 agosto ricorre l’anniversario del colpo di Stato del 1953 pianificato in Iran dai servizi segreti inglesi e statunitensi contro l’allora Primo Ministro Mosaddeq. [9] Quando negli anni settanta cercò nuovamente di prendere il controllo dei prezzi del petrolio tramite l'OPEC, e cancellare l'accordo che causò il colpo di stato del 1953, gli USA fecero rapidamente mancare l'appoggio allo scià, velocizzando così la sua caduta. [14], Nell'elezione parlamentare del 1952 Mossadeq «aveva poco da temere da un voto libero dato che, a dispetto dei problemi del paese, era in larga parte ammirato come un eroe. Alla fine del 1951 il parlamento iraniano approvò quasi all'unanimità l'accordo sulla nazionalizzazione del petrolio; dei pochi parlamentari contrari alcuni votarono comunque a favore a causa del vasto supporto popolare e della minaccia dei fedayyin. he Central Intelligence Agency's secret history of its covert operation to overthrow Iran's government in 1953 offers an inside look at how the agency stumbled into success, despite a series of mishaps that derailed its original plans. Sfruttando il prevedibile disgusto degli iraniani per queste violenze e il loro timore del comunismo, degli infiltrati, spacciandosi per sostenitori dello scià, organizzarono manifestazioni contro il Tudeh. [18], La Compagnia Petrolifera Nazionale Iraniana subì un calo di produzione a causa dell'inesperienza degli iraniani e degli ordini impartiti ai tecnici della AIOC di non lavorare con loro: iniziò così la crisi di Abadan. These consequences resonated with dramatic effect in later years. La rapida espansione dell'economia del paese creò un'inaspettata tensione dovuta al cambiamento del tessuto sociale che portò poi alla rivoluzione iraniana. This extremely important document is one of the last major pieces of the puzzle explaining American and British roles in the August 1953 coup against Iranian … Allo stesso tempo il prezzo del petrolio ritornò sotto il controllo iraniano. Tens of thousands had lost their jobs at the Abadan refinery, and although most understood and passionately supported the idea of nationalisation, they naturally hoped that Mosaddegh would find a way to put them back to work. Presto i membri del Tudeh scesero in strada attaccando tutti i simboli del capitalismo e saccheggiando e distruggendo negozi ed attività private; il distretto commerciale di Teheran venne in gran parte vandalizzato. Roberto Vivaldelli Since the Islamic Revolution, Iran has played a role in acts of hostage-taking and violence against U.S. troops and civilians. L'amministrazione Eisenhower vide l'operazione Ajax come un successo con «effetti immediati e profondi. [9] Venne inoltre informato dalla CIA che anche lui sarebbe stato «deposto» se non si fosse adeguato al gioco, esperienza questa che per tutta la vita gli fece temere il potere americano, contribuendo così alle sue politiche pro-USA e al conseguente disprezzo dei britannici.[9]. Zahedi sostituì ufficialmente Mossadeq, che venne arrestato, processato e condannato a morte, pena che venne però commutata in tre anni di isolamento in una prigione militare seguiti da arresti domiciliari fino alla sua morte. Mossadeq, che vedeva in questo aumento di poteri un allontanamento dalla democrazia (credeva infatti che lo scià dovesse «regnare, ma non governare», come nelle monarchie costituzionali europee), formò assieme ad alcuni partiti politici ed altri oppositori dello scià una coalizione che prese il nome di Fronte Nazionale,[9] il cui principale obiettivo era la nazionalizzazione del petrolio. Il colpo di stato Vaticano è una questione che a lungo andare si paga a caro prezzo. Obama: Usa coinvolti in colpo di stato del 1953 in Iran. Sono 7 paesi molto diversi fra loro che hanno in comune una cosa: un colpo di stato. Nel 1953 Kashani gli voltò le spalle e sostenne il colpo di stato privando Mossadeq del supporto dei religiosi per darlo allo scià. Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Politica e taggato come 11. It billed the report as a secret history of the secret coup, and treated it as an invaluable substitute for the U.S. files that remain inaccessible. Nonostante gli iraniani contro la monarchia lo considerassero “imposto dall'esterno”, lo scià durante tutto il suo regno continuò a pensare di essere sostenuto da praticamente ogni iraniano, e cadde in una profonda depressione quando grandi folle nel 1978 chiesero la sua espulsione. La CIA, in collaborazione con i servizi segreti britannici, organizzò un colpo di Stato, e il 13 agosto 1953 lo scià nominò il Fazlollah Zahedi primo ministro. Questa sua decisione ebbe conseguenze epocali perché il 19 agosto, il nuovo tentativo di Fazlollah Zahedi, grazie a una nuova ondata di proteste, spinte anche dallo spauracchio di una possibile rivoluzione socialista operata dal partito filo-sovietico Tudeh, ebbe successo. Fratello del Segretario di Stato John Foster Dulles. Gli agenti britannici a Teheran «lavoravano per sovvertire» il governo Mossadeq, che cercava aiuto da Truman e dalla Banca Mondiale, ma senza risposte efficaci. [9][12], È assodato che il golpe abbia «lasciato una profonda e duratura eredità».[27][28]. Si avviò così una catena di eventi che portò alla caduta di Mossadeq. [19], Nel 1952 l'embargo britannico sull'Iran si faceva pesantemente sentire. [23] «La cooperazione angloamericana in quell'occasione tirò giù il primo ministro iraniano e reinsediò lo scià appoggiato dagli USA».[16]. [9] Il figlio ventiduenne, Mohammad Reza Pahlavi, divenne scià. Nel 1952 lo scià rimosse dall'incarico Mossadeq, sostituendolo con Ahmad Qavam (un navigato primo ministro), ma le proteste dei sostenitori di Mossadeq costrinsero lo scià a reinsediarlo immediatamente.[9]. Per la metà degli anni settanta l'«alleato» dello scià divenne sempre più diffidente e il presidente Jimmy Carter ritirò il sostegno americano quasi completamente quando le proteste di Khomeyni imperversarono in tutto l'Iran nel 1978, aiutando così a segnare il destino dello scià e dell'Iran. Gran parte degli ufficiali veniva dalle accademie militari e dai corpi di polizia e medici. In the middle of the Cold War, the United States played a role in the overthrow of a democratically elected Iranian government. Mossadeq: l'Iran, il petrolio, gli Stati Uniti e le radici della rivoluzione islamica. L'Iran, il petrolio, gli Stati Uniti e le radici della Rivoluzione Islamica, All the Shah's Men: An American Coup and the Roots of Middle East Terror, Overthrow: America's Century of Regime Change from Hawaii to Iraq, Iran's First Revolution: Shi'ism and the Constitutional Revolution of 1905–1909, Notes From the Minefield: United States Intervention in Lebanon and the Middle East, 1945–1958, The Iranian Constitutional Revolution, 1906–1911, The Secret CIA History of the Iran Coup, 1953, dopo violente proteste e un generalizzato boicottaggio del tabacco, "The C.I.A. Entro il 1925, sotto la sua influenza, il parlamento votò per rimuovere Ahmad Qajar dal trono, e Reza Kahn venne incoronato Reza Shah Pahlavi; la dinastia Pahlavi salì quindi al trono della Persia. Quando lo Reza Pahlavi ritornò in Iran venne salutato da una folla festante; scrisse nelle sue memorie che, ad oltre dieci anni da quando era diventato re, per la prima volta sentiva che il popolo lo aveva “eletto” ed “approvato”, e che aveva un mandato popolare “legittimo” per portare avanti le proprie riforme (anche se alcuni nella folla potevano essere stati corrotti). Ha considerato il rapporto come la storia segreta di un golpe, e lo ha trattato come un inestimabile sostituto per i documenti statunitensi che rimangono inaccessibili. 67 anni fa, i servizi segreti americani e britannici organizzarono un colpo di stato in Iran che probabilmente cambiò per sempre le equazioni in Asia occidentale.. La storia, come spesso accade, inizia con il petrolio. Mentre la costituzione diede allo scià il potere di governare direttamente, Mossadeq usò il solido blocco del Fronte Nazionale e il sostegno popolare votando per la nazionalizzazione del petrolio (appoggiata anche dallo scià) per impedire allo scià di agire. Il golpe è stato orchestrato dal … Nel bel mezzo della Guerra Fredda, gli Stati Uniti hanno avuto parte nel rovesciamento di un governo iraniano democraticamente eletto. Per la prima volta dal 1958, The Guardian ha fornito prove che dimostrano il ruolo di un ufficiale dell'MI6 nel colpo di stato del 1953 in Iran. This history is well known. L'Iran chiese alla Anglo-Iranian Oil Company (AIOC) un'analisi della contabilità per stabilire se tutte le royalty erano state effettivamente pagate, ma la Compagnia oppose un rifiuto intransigente che infastidì il popolo iraniano. A quel punto la Gran Bretagna decise di boicottare commercialmente l’Iran ma Mossadeq proseguì, nonostante le difficoltà economiche, nelle sue riforme e nella direzione di indebolire la monarchia. Nel settembre 1951 i britannici avevano praticamente fermato la produzione di petrolio ad Abadan, vietarono l'export di commodities essenziali (tra cui zucchero e ferro) all'Iran e congelarono i conti correnti dell'Iran nelle banche britanniche. Dopo l'incidente di Siakhal (1971) venne data carta bianca al SAVAK per torturare i dissidenti con la «forza bruta» che nel corso degli anni «aumentò vertiginosamente», ed almeno cento persone vennero giustiziate per ragione politiche durante il ventennio di governo Pahlavi. Dato che doveva lasciare l'Iran per L'Aia per il processo alla Corte Penale Internazionale, Mossadeq votò per posporre il resto delle elezioni dopo il ritorno della delegazione iraniana da L'Aia. 24 Giugno 2017. L’ Iran ricorda l’anniversario del colpo di Stato del 1953 contro il governo dell’allora primo ministro eletto democraticamente, Mohammad Mosaddeq. L'operazione Ajax (nome ufficiale TP-AJAX per gli statunitensi, operazione Boot per i britannici) fu una missione coperta da segreto e promossa nell'agosto del 1953 dai governi del Regno Unito e degli Stati Uniti d'America per sovvertire il regime democratico dell'Iran, allora governato dal nazionalista Mohammad Mossadeq, che aveva da poco nazionalizzato l'industria petrolifera. [9][12][14], Zahedi, che era ancora a piede libero, si incontrò in segreto con l'ayatollah Mohammad Behbahani e con altri sostenitori dello scià, elaborando un nuovo piano che venne finanziato dalla CIA con i cosiddetti «Behbahani dollars». [20], Mentre il Fronte Nazionale, che spesso sosteneva Mossadeq, vinse facilmente nelle grandi città, non ci fu monitoraggio delle votazioni nelle aree rurali. Zahedi divenne il nuovo premier e Mossadeq fu condannato a 3 anni di carcere (successivamente esiliato a vita). Iqna - Ieri il popolo iraniano ha ricordato il sessantasettesimo anniversario del colpo di stato che ha rovesciato il governo di Mohammad Mosaddegh Iran: 67 anni dopo il … [49], Un governo filoamericano in Iran raddoppiò i vantaggi geografici e strategici degli USA in Medio Oriente, dato che, come la Turchia (anch'essa parte della NATO), l'Iran confinava con l'Unione Sovietica.[50]. Dopo il colpo di stato lo Scià fece ritorno a Teheran in compagnia del direttore della Cia. Inoltre, questi nega che ci sia stato un colpo di stato nel 1953 dicendo che Mossadeq stava obbedendo ai piani per indebolire i religiosi sciiti. Il 18 agosto 1953, come svelano i documenti inediti, il quartier generale dell’agenzia governativa  di spionaggio americana diede l’ordine interrompere l’operazione: «Il golpe è fallito e non dobbiamo più partecipare a qualsiasi operazione contro Mossadeg che possa far risalire a noi. [11], La rivoluzione costituzionale venne osteggiata da britannici e russi, che tentarono di sabotarla sostenendo il figlio di Mozaffar, Mohammad, che provò a rovesciare con la forza il governo democratico. Un voto libero, però, non era ciò a cui altri stavano pensando. In quaranta, tra cui Khrosow Roozbeh, vennero giustiziati,[9][12] altri quattordici morirono torturati e più di 200 vennero condannati all'ergastolo. [35] Quando venne rivelata la loro presenza alcuni sostenitori del Fronte Nazionale lamentarono che la rete militare del Tudeh avrebbe potuto salvare Mossadeq, anche se solo pochi militari comandavano unità di campo abbastanza forti da poter contrastare il golpe. Redazione. I britannici ora dovevano affrontare un governo nazionalista eletto in cui Mossadeq, con un forte sostegno del parlamento e del popolo, chiedeva condizioni più favorevoli alle quali i britannici si opponevano vigorosamente. Secondo il prelato la questione va vista con altri occhi. Concesse al Majlis, il parlamento, il potere di scrivere le leggi dopo essere stato eletto democraticamente e al primo ministro di firmarle e renderle effettive. ", "While Mrs. Albright did not actually apologize". The Iran after World War II is a country riven by deep political divisions and unstable, religious and social. Inoltre mette il colpo di stato nel contesto della Guerra fredda piuttosto che in quello della crisi petrolifera anglo-iraniana – un classico caso di nazionalismo in conflitto con l'imperialismo nel terzo mondo.». La nuova costituzione però diede allo scià anche molti poteri esecutivi, come la facoltà di emettere decreti reali (i firmani), di nominare o licenziare primi ministri (dopo un voto di fiducia del parlamento) e metà del senato (che però non venne convocato fino al 1949),[9] di presentare progetti di legge e di sciogliere il parlamento. I soldati britannici si ritirarono dall'Iran dopo la fine della guerra. «Gli iraniani stavano diventando sempre più poveri ed infelici giorno dopo giorno» e la coalizione di Mossadeq si stava sfilacciando.