1 anno fa (11 Luglio 2019 11:41), Ilaria Cardani Il tema va approfondito. 2 anni fa (1 Luglio 2019 14:13), Francesca ilaria ,hai ragione, ti scrivo l'epilogo, dopo avergli detto varie volte che questa non condivisione mi faceva stare male,anche il fatto che dopo soli 5 mesi avesse iniziato a non avere più iniziativa a letto ma dovevo prenderla sempre io e a volte per la stanchezza mi rifiutava,mi ha risposto che ha molto stress quindi tolto il lavoro, che lo impegna molto,i figli, è separato come me, non gli resta molto tempo,quindi ha capito che per stare bene,ha bisogno di isolarsi, dei suoi spazi, cellulare ecc, anche sessualmente, visto il grande stress,non ha energie per potere fare sentire che mi desidera, come vorrei.... non vuole vedermi infelice, se lo sono perche' cosi non mi basta, meglio lasciare stare "Spesso fugge emotivamente", "fa fatica a condividere qualcosa" "paura di impegnarsi". "...e lì si parte con il lato B. Tanto altro di bello nella vita non c'è. Io non mi sento in debito con lui, nè tantomeno avevo alcun tipo pretesa verso di lui, desideravo solo una persona che scegliesse di condividere dei momenti e perchè no anche la vita con me; per diversi motivi lo credevo quello giusto. !Prima ha fatto tutto lui e poi..ah nel messaggio mi diceva se vuoi ne possiamo parlare più tardi...ragà m sono così imbestialita che gli ho mandato un audio su wp che se lo ricorderà per tutta la vita,premetto un professionista di 40 anni.Se aveva un briciolo di stima verso di me mi avrebbe o chiamato molto prima di questo messaggio oppure ci vedevamo lo stesso e lì m diceva il tutto,oh ma questi si credono che siamo così cretine che ci tagliano le vene Aspetta, Donna di Poca Fede, leggi qui che ci sono informazioni utili per te, più di quanto tu lontanamente sospetti. Non completamente ma cerco di non essere più quella presente, se mi cerca lui bene sennò evito. E allora ti invito, con garbo, a porre il tutto sotto una prospettiva di razionalità, per compiere un atto di volontà ferma per ritornare a una vita degna per te, a tuo favore. Ora è tua la responsabilità - nel senso della capacità, del potere, della possibilità - di cancellare questa storia raccapricciante e di ricominciare su nuove basi. Non si dà con generosità (sempre per quel piccolo problemino della fiducia,) ma quando si apre tra le lenzuola è un maestro. Quando mi si dice che spavento, non me lo si dice per l'insistenza con cui approccio l'uomo, bensí per il modo in cui affronto il mondo. L’idea di mettermi in una posizione in cui è inevitabile che alla fine io reagisca un po’ sgarbatamente mi mette davvero a disagio. Per cercarla impiegano molto tempo ed energie ma poi, una volta raggiunto lo scopo, iniziano a sentirsi soffocati. Mi dà fastidio sia l’idea dell’imbarazzo sia il fatto che chi mi ha condotto fino al punto di esasperazione mi ha manipolato e ha compiuto un abuso su di me, tirando fuori il peggio di me. 2 anni fa (9 Settembre 2018 21:53), Anna Ho letto con molto interesse il suo articolo. 2 anni fa (24 Agosto 2018 18:37), Margherita Mi scrive il giorno dopo ovviamente dicendomi che aveva bevicchiato e addormentato e io ci passo ovviamente sopra. Si tratta di scuse. Io ancora traumatizzata gli permisi ciò e ci ritornai insieme. E fuggita lei quando la situazione si è fatta più impegnativa. L'uomo in questione ha 33 anni e quando sentiva la parola futuro, stare insieme si sentiva oppresso e diceva che gli stavo troppo col fiato sul collo, che aveva bisogno di tempo, cosa assolutamente non vera, anzi...l' ho educato ad avere amici, passioni, a coltivare hobby e poi alla fine un bel giorno di punto in bianco mi dice che con me non stava più bene. Sono stata chiara? Mi ha fatto un sacco piacere!! Sono felice di essere sola e per la prima volta sono contenta, voglio fare un grande lavoro su di me, per riuscire a volermi di nuovo bene! Domenica ovviamente buongiorno basta. C’entra perché molte spesso nelle relazioni gli uomini si sentono come me quando ricevo la terza delle potenziali venti chiamate del venditore della Vodacom. Tanto che alla fine dell’offerta non me ne frega proprio più niente. Guarda subito i video gratuiti e iscriviti gratis e senza impegno all’anteprima del percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo). Dice che ha paura delle conseguenze. Sei rompiscatole? Se non ti senti disorientata, confusa e incerta, e hai lo spazio per esprimere quello che pensi e provi, e le tue esigenze sono anche accolte, sei in una relazione normale con discussioni o litigi normali, in cui escono anche i lati negativi. Questo succede venerdì e sabato. Dopo una relazione di 3 anni, con continui alti e bassi legati all'avere al fianco una persona decisamente immatura e condizionata negli affetti a causa di una famiglia che gli ha trasmetto tutte le insicurezze di questo mondo e lo ha reso incapace di prendere decisioni sulla sua vita. 2 anni fa (1 Luglio 2019 13:56), Ilaria Cardani ,che io sono stato chiaro sin da subito ed onesto,e che lo faccio per il tuo bene e per quello del tuo compagno,che sei bella,che però non posso,mi ritiro nella grotta,senza speranze,l'amore non esiste. A loro è concesso essere stanchi, essere impegnati ecc... si lamentano delle ragazze appiccicose e pesanti ma poi sono quelle che sposano. (Bacio e facciamo anche l'amore la stessa sera). Tutt'oggi mi chiedo se sia anche io così, anaffettiva, per aver attirato questo tipo di persona, se io stessa non sia in grado di gestire una relazione. Dopo mesi mi ricerca volendo riprendere i rapporti con me e mettendo in chiaro che dovrei prendere di lui ciò che può darmi di buono, ossia una sera. Le illusioni te le sei create tu. 3 anni fa (20 Marzo 2018 16:46), Ilaria Cardani Ed è vero che non è che usciamo in genere di casa ogni mattina con la preoccupazioni di essere morsicati da un cobra che inietta veleno letale, divorati da un leone affamato o risucchiati dalla potenza incontrollabile di un’onda anomala. Paura di non sentirsi alla sua altezza. E credo che riuscire ad affrontare le cose brutte o le difficoltà insieme, anche se doloroso, sia l'unico modo per far funzionare un rapporto. Ma è come se dovessi far passare questo periodo in modo che lui risolva le sue cose, o almeno è ciò che spero, anche se in un momento di rabbia gli ho detto di non farsi più sentire perché per me cominciava ad essere frustrante. Che cosa succede in questi casi? Dimmi che ho una chance per scusarmi...ciao e grazie! Ma gli ho risposto nero su bianco : vaffa****culo e l'ho chiusa lì. Qualche mese dopo la storia con il mio ragazzo è finita e il ragazzo del treno ha cominciato a scrivermi dicendomi che ora dato che ero single potevamo vederci. Quella sera faccio l'errore madornale di chiederli che vuole lui da una donna ora. Un uomo sano in realtà desidera una bella relazione piena di amore e affetto tanto quanto la desidera una donna. Posso dire con certezza che una delle “problematiche” ricorrenti delle donne in fatto di seduzione è la paura di spaventare un partner (attuale o potenziale) e di farlo scappare dalla relazione. Davvero ti sembra il caso di ingoiare tanti rospi e nel contempo di usare tanta comprensione nei suoi confronti? Non darti come spiegazione però il fatto che lui sia spaventato. Sei infelice nella tua relazione? 2 anni fa (25 Settembre 2018 17:13), Emma Divisione Stampa Nazionale - GEDI Gruppo Editoriale S.p.A. - P.Iva 00906801006 ISSN 2499-0817. Avendo già facilitato il compito, in effetti lui ha confermato con una gentilissima E-mail che non se la sentiva di continuare, troppa pressione, che aveva trascorso momenti belli, che sono una donna che gli piace. Cosa mi consigli? Anche lì le conversazioni sono molto spot per qualche settimana però lo vedo presente un minimo, finalmente ci vediamo per un caffè. Le donne si precipitano all’ultima pagina, quella che li vede come una coppia definitiva, insieme per sempre. Di storie come le tue ne è pieno il mondo delle relazioni (questo non appaia come svalutante, ma come un dato di realtà: a chi è abituato a osservare determinate dinamiche e fenomeni, le caratteristiche tipiche di certe situazioni appaiono chiare). Al che dobbiamo uscire il 6 di gennaio, e il giorno prima stiamo parlando per organizzarci lui sparisce e dalle 18 fino all'una di notte non risponde nonostante sia online. E' vero ambisco ad avere ancora contatti. E io ormai l’ho annusato, tutto questo e non voglio giudicare nessuno, nel modo più assoluto, l’unica cosa che voglio è defilarmi quanto prima, cioè prima che questa situazione mi invischi e diventi difficile da abbandonare. Io entro nel vicolo cieco, nella “sindrome del vicolo cieco”. E se non ha intenzione di dire nulla in proposito, da qualche parte si sente (forse) in colpa. È amore vero o solo un’avventura? Io rispondo che avevo altro da fare e che lo avrei aggiornato. Il signore che rilascia dichiarazioni del tipo: “Cara, mi piaci davvero tanto, ma ho paura e ho bisogno di tempo. Ti vede e sta sempre attaccato alla play? 3 anni fa (8 Febbraio 2018 1:09), maria NON SO PIÙ COSA FARE SINCERAMENTE. E questa è la via facile, perché fin dall’inizio il mio chiaro disinteresse è un grande deterrente. Quante volte nella mente delle persone passano pensieri orribili, che ci fanno paura e che tenendoli dentro diventano macigni? 2 anni fa (13 Luglio 2018 10:28), Ilaria Cardani Cioè,per riassumere,tu mi piaci molto (puah),so come sei(sai come sono che? 2 anni fa (23 Novembre 2018 10:26), AnnaV Di scappatoie emotive manipolatorie che si tramandano di generazione in generazione negli spogliatoi dei campi di calcetto di sfigate periferie di provincia. Che ne pensi? E' dura anche per me, ma non vale la pena continuare... Io ci metterei la firma ... :D Non so cosa si dovrebbe fare di altro assieme, poi non dici dopo quanto tempo, ma - scherzi a parte - la cosa importante è come ti senti tu. E poi a che pro parlare dei propri disagi, delle proprie insicurezze per poi minimizzare l'accaduto subito dopo? Durante la quarantena lo cerco ma faccio anche un lavoro su me stessa, e mi stacco da lui. Abbiamo parlato e lui circa un mesetto dopo è riuscito a trovarmi tramite internet perché gli avevo parlato del mio lavoro. 2 anni fa (21 Novembre 2018 23:07), Imbranata Vorresti adottare il comportamento migliore per te o per lui? Mi chiede di vederci il giorno dopo. 2 anni fa (22 Settembre 2018 9:48), Mary Ne soffrono moltissime persone, uomini e donne spesso davvero “insospettabili”. Al che io ritorno anche stavolta come una stupida perché volevo spiegare come mi ero sentita e fargli capire che se non si comunica le cose non possono andare bene. Ho avuto a fianco una persona che mi ha fatto terra bruciata, era estremamente geloso e s' infastidiva anche se salutavo un amico di vecchia data, motivo per cui ho annullato qualsiasi forma di contatto col modo, illudendomi che ciò sarebbe servito a farlo sentire più sicuro, ma alla fine sono io quella che si è spenta. 3 anni fa (8 Aprile 2018 11:05), Emanuela Pensavo di essere stata io stessa pressante nei suoi confronti facendolo allontanare da me e mettendolo continuamente "alla prova" per vedere se mi amava abbastanza (come mi disse lui). Ora è un po' che non ci sentiamo più, non ho una particolare tentazione di scrivergli ma è come se lui continuasse a essere insieme a me, e io faccio le mie cose come se lui fosse nella mia vita, e credo che per lui sia la stessa cosa. Tutto per lasciare un ricordo positivo chiaramente. E non se lo aspettavano e non lo desideravano tanto da volersi defilare subito, senza aspettare ancora. Ho sempre difeso le sue debolezze e aiutato a fargli superare paure talvolta sciocche come la paura che le donne lo volessero abbindolare, o che c'è sempre tempo per avere figli/famiglia e che si sta bene anche senza (tutti discorsi della madre, una donna infelice, che però a 20 anni non ha esitato a sposarsi). Quell'uomo di mezza età, dal corpo esile nascosto in un maglione troppo grande indossato con tanta mestizia, si sedette di fronte a me e, rifuggendo ogni sguardo, sussurrò tutto d'un fiato: "Non ce la posso fare. Insomma, mi dice che dovrei prendere ciò che di buono può esserci tra noi, ossia condividere una sera ogni tanto. La donna spaventa solo perchè sa cosa vuole dalla vita e l' uomo molto spesso non è stato "addomesticato" a vivere, a loro basta avere libertà, un soldo in tasca e la chiamano "vita".